MARCO NICOLA

Marco Nicola nasce a Torino nel 1979. Consegue la Laurea quinquennale in Chimica nell’a.a. 2002/2003 Facoltà di Scienze MM.FF.NN. dell’Università degli Studi di Torino (Relatore Prof. Oscar Chiantore).

Durante il percorso universitario partecipa a numerosi corsi di specializzazione e di formazione continua; contemporaneamente prende parte alla coordinazione dei corsi estivi dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino.

Dopo la laurea lavora presso la società di famiglia “Nicola restauri srl” ad Aramengo (da aprile 2004 a dicembre 2006) ricoprendo i ruoli di: responsabile Ricerca e Sviluppo, assistente in fase di restauro e progettazione del restauro, controllo dei metodi e dei materiali e consulente interno di chimica applicata al restauro. In questi anni grazie al continuo confronto con gli altri membri della famiglia accumula una cospicua esperienza pratica e filologica riguardo a tutte le tematiche riscontrabili nel restauro.

Nel 2005 fonda con la compartecipazione del dr. Admir Masic (già ricercatore presso il Dipartimento di Chimica IFM dell’Università di Torino attualmente ricercatore presso il Max Planck Institute of Colloids and Interfaces, Postdam-Germany)  la società ADAMANTIO s.r.l.

Si tratta di un’ impresa indipendente che si configura come Spin-Off Accademico dell’Università di Torino e che si occupa di analisi, ricerca e consulenza nell’ambito del restauro, della conservazione e della conoscenza materica del patrimonio artistico.

Dal luglio 2007, Marco Nicola diventa Amministratore e Socio Unico di ADAMANTIO s.r.l. che nel frattempo si è insediata operativamente presso l’Incubatore di Imprese dell’Università di Torino dopo una breve permanenza presso il  CNR-ISTEC.

All’interno di ADAMANTIO s.r.l. ricopre il ruolo di Direttore Scientifico e Conservation Scientist, in collaborazione con centri di ricerca pubblici (CNR  e Università) e privati, prende parte e dirige progetti di ricerca in prevalenza finanziati direttamente o indirettamente dall’Unione Europea.

Il suo lavoro riguarda principalmente l’analisi di laboratorio e la ricerca finalizzata al restauro, allo studio e alla valorizzazione di manufatti di interesse storico-artistico e architettonico.

Conduce campagne di studio e ricerca in particolare riguardo la caratterizzazione dei materiali tramite l’applicazione di moderne tecnologie sviluppate nei settori chimico, fisico e biologico e di strumentazioni analitiche. Coordina, inoltre, datazioni ed autenticazioni mediante tecnologie come il metodo del Radiocarbonio e della Termoluminescenza.

Negli ultimi anni la società ha incrementato i propri servizi rivolgendosi al settore della  Tecnologia dei Materiali occupandosi di analisi chimico-fisiche su materiali innovativi, al loro controllo qualità, espandendosi nel campo delle nanotecnologie dei biomateriali e dell’ambiente.

I principali soggetti che si sono rivolti ad ADAMANTIO s.r.l. sono Sovrintendenze, Musei ed Enti di tutela oltre a restauratori, antiquari e collezionisti.    

 

BOLOGNESE GIORGIA 

Nasce a Torino nel 1979. Nell’a.a. 2007-2008 consegue la Laurea di Primo Livello in Conservazione e Restauro per i Beni Culturali presso l’Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino (relatore Prof. Gian Luigi Nicola). Subito dopo la Laurea partecipa ai corsi di formazione presso la Scuola di Amministrazione Aziendale di Torino relativi al Master in Gestione Aziendale. Durante il percorso universitario svolge numerosi stage presso importanti aziende che operano nel settore del restauro come: Nicola Restauri, Rava & Co srl e Koinè.

A partire dal dicembre 2007 lavora per la società ADAMANTIO srl dove ricopre il ruolo di assistente di cantiere e consulente con mansioni pratiche di prelievo campioni su opere d’arte. 

Nel corso del 2011 si è inoltre occupata dell’organizzazione e svolgimento delle mappature nell’ambito dell’intervento di conservazione e restauro del colonnato del Bernini della Basilica di San Pietro (Città del Vaticano). 

 

FRENCIA RICCARDO   

 Nato a Luserna San Giovanni (TO) nel 1978. Si è laureato in Scienze Geologiche nell’a.a. 2002/2003 presso la Facoltà di Scienze M. F. N. dell’Università degli Studi di Torino.

Dopo aver collaborato con il Centro Italiano Riqualificazione Fluviale (CIRF) e con la Provincia di Torino–Servizio Valutazione Impatto Ambientale e Attività Estrattive, negli anni 2006-2007 ha svolto un progetto di ricerca ASP presso ADAMANTIO srl sotto la supervisione del CNR –ISTEC di Faenza.  Nell’ambito di tale progetto si è occupato di ricerca archeometrica, sulla tecnologia di lavorazione e provenienza dei materiali ceramici e musivi archeologici. In seguito ha iniziato a collaborare con  Adamantio srl occupandosi della lettura e dell’interpretazione delle sezioni sottili petrografiche. Ha partecipato a convegni e workshop di approfondimento sull'interpretazione delle sezioni sottili (ad es. "Studio delle malte in sezione sottile: problemi di interpretazione" - Firenze, 7-8 giugno 2011).

Nominato componente della Conferenza dei Servizi "Cave e torbiere" (ex art. 32 della L.R. 44/2000) della Provincia di Cuneo in qualità di esperto in geologia e giacimenti.

Attualmente svolge attività di libero professionista geologo, iscritto all'Ordine dei Geologi del Piemonte n. 715 - sez. A.

 

MARELLO ALESSANDRO

Nasce a Canale (CN) nel 1979. Consegue la Laurea di Primo Livello in Chimica nell’a.a. 2003/2004 presso L’università degli Studi di Torino (relatore Prof. Glauco Tonachini).

Dopo la Laurea inizia a lavorare occupandosi di consulenze informatiche e di sistemistica e partecipa ai corsi di formazione presso la Scuola di Amministrazione Aziendale di Torino relativi al Master in Gestione Aziendale. Fra il settembre 2005 e il gennaio 2008 ricopre il ruolo di grafico impaginatore per il “Corriere dell’astigiano” (testata settimanale di Asti).

Dal dicembre 2007 collabora con la società ADAMANTIO srl dedicandosi alla strumentazione analitica e alla interpretazione e gestione informatica dei risultati.

 

MASTRIPPOLITO CHIARA                                     

Nasce a Torino nel 1983. Nell’a.a 2006-2007 consegue la Laurea Magistrale in Scienza e Tecnologia per i Beni Culturali presso la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università di Torino con tesi: “Analisi dell’aria in ambiente museale: quattro casi studio nella città di Torino” (relatore Prof. Oscar Chiantore). Successivamente alla laurea si è occupata di ricerca e innovazione nei beni culturali nell’ambito di borse di ricerca post-laurea presso aziende del settore con il supporto e la supervisione del Dipartimento di Chimica IFM dell’Università di Torino.

A partire da una iniziale collaborazione nel corso del 2008, attualmente svolge presso ADAMANTIO srl la Borsa ASP dal titolo: “Nanotecnologie e beni culturali: realizzazione di un sistema foto catalitico di riduzione dei livelli inquinanti indoor applicabile in contesto museale”.

 

ALIDA DELL'ANNA

Alida Dell'Anna nasce a Copertino (LE) nel 1985. Nell'ottobre del 2010 consegue la Laurea Specialistica con votazione 110/110 presso la Facoltà di Scienze MM.FF.NN. dell'Università di Parma. Subito dopo la Laurea  frequenta i corsi del Master in Marketing, Management e Multimedialità presso il COREP del Politecnico di Torino. Svolge lo stage del Master presso ADAMANTIO srl dove si occupa della strategia di marketing aziendale e collabora al rifacimento del nuovo sito web della società. Nel giugno 2012 partecipa al 7th International Mummy Congress presso l'Università Cattolica di San Diego in California, dove espone l'attività di ricerca portata avanti in concomintanza con l'Universita di Parma e Torino. Nel gennaio 2012 consegue il titolo di Project Manager presso il Politecnico di Torino. Inizia quindi  il suo rapporto di collaborazione professionale con Adamantio srl e con ASP (Associazione Sviluppo Piemonte) come consulente scientifico. Nel luglio 2012 vince la borsa di studio Lagrange per lo svolgimento del progetto: "Nanotecnologie per le scienze naturali e l’archeologia: applicazione di composti nanostrutturati a base di rame nano-colloidale per la conservazione di mummie e reperti antropologici-zoologici aventi valore scientifico e storico-culturale". Nell'agosto 2013 partecipa al 8th International Mummy Congress a Rio De Janeiro, dove presenta gli studi preliminari inerenti alla borsa di studio Lagrange.

 

 

 

 

 

 

 

 

Informazioni aggiuntive